Category Archives: Viaggio

Luoghi e attrazioni da visitare

Quante volte il pensiero vola alla meta delle vacanze? Mare e natura, antiche civiltà, meraviglie architettoniche o città d’arte piene di fascino: la scelta è spesso difficile perché ogni attrazione ha il suo fascino.

\r\nCi si può fidare del proprio intuito, ma si può anche, saggiamente, informarsi un po’ di più e prendere spunto dalle esperienze altrui per approfondimenti clicca qua.\r\nOggi è molto semplice scoprire meraviglie nascoste, ma anche punti di interesse meno conosciuti, o particolari che ci farebbero protendere o scartare una località. Basta una connessione ad internet e il viaggio può diventare un vero piacere, valutato e programmato in modo da non riservare sorprese.\r\n\r\nInghilterra, Grecia, Spagna, nazioni europee o località più lontane, ma anche stupende mete italiane non hanno segreti con l’avvento dei blog dei viaggiatori. Fa ormai parte del piacere di viaggiare il poter condividere le proprie esperienze nella grande piazza virtuale, luogo d’incontro e di scambio, di richieste e di consigli spassionati.\r\n\r\n\r\nOnline si raccontano le cose positive, si mettono in guardia i ‘colleghi’ viaggiatori da piccoli tranelli e da delusioni inaspettate.\r\nNei siti dei racconti di viaggio si consigliano percorsi e si danno dritte su orari, alberghi, persone da incontrare o da evitare.\r\nNon c’è un tornaconto personale, sono informazioni che scaturiscono dalle esperienze vissute e come tali vanno considerate.\r\nCiascun viaggiatore è una persona con le proprie singole esigenze, con priorità personali, antipatie e simpatie; per questo le opinioni vanno sempre valutate sulle proprie abitudini e necessità, ma questo non toglie che il parere altrui aiuti a farsi idee ed a chiarire aspettative.\r\n\r\nUn blog di viaggio è facile da consultare e si può trovare qualsiasi luogo, città, regione o attrazione si desideri conoscere meglio.\r\nNon solo: si può leggere e scoprire dettagli su un luogo che si ha in mente, ma può accadere che leggendo a caso ci si innamori di una meta e si decida che sarà la prossima da visitare.\r\nIl fascino e l’utilità delle descrizioni di viaggio stanno proprio nel racconto spassionato che ne fa chi lo ha vissuto, nei particolari che un dépliant turistico non racconta, ma che servono a farsi idee più precise e concrete.\r\nBello quindi, e utile, leggere le sensazioni di chi è già stato dove vorremmo andare, e bello anche condividere poi le nostre esperienze, per contribuire a fare di ogni viaggio un’esperienza sempre più gradevole e consapevole.

Un viaggio nella meravigliosa Corsica

Durante una stupenda giornata di giugno, muovendo dal porto di Savona, Corsica Ferries mi ha condotto in una delle più belle isole del Mediterraneo. Fra le tre mete corse a disposizione raggiungibili da Savona, ho optato per Calvi, cittadina arroccata su un promontorio a ridosso del mare e situata nella parte nord occidentale della Corsica, facilmente raggiungibile con i traghetti per la Corsica. La sua cinta muraria e la sua posizione geografica, nel medioevo seppero farle guadagnare l’appellativo di città inespugnabile. Corsica Ferries si è mostrata meritevole della sua fama e mi ha offerto un viaggio all’altezza delle più rosee previsioni. Partiti dalla città ligure alle 12.45 abbiamo attraccato in quel di Calvi alle 19.00. La traversata è durata poco più di sei ore, esattamente come comunicato dallo staff di bordo al momento della partenza. Ho portato con me la mia automobile, al fine di garantire a me e ad i miei cari una maggiore comodità durante gli spostamenti via terra, una volta giunti a destinazione.corsicaCalvi è arroccata nella sua cittadella, che per secoli l’ha difesa dai numerosi aggressori e che oggi offre uno spettacolo mozzafiato a chiunque provenga dal mare. Il paesaggio che circonda Calvi prende il nome di Balagne, una regione dal fascino mediterraneo, contornata di alti rilievi montuosi e puntellata di borghi pittoreschi. I panorami dei quali si gode dalle prime alture a ridosso della costa sono di una tale bellezza che risulterebbe difficile render loro giustizia con semplici parole. L’impatto iniziale è stato positivo e durante i primi giorni abbiamo potuto godere di uno dei luoghi più indimenticabili che avessi mai pensato di visitare nel bacino del Mediterraneo. Ma la Corsica non è soltanto Calvi e posti limitrofi: l’azzurro intenso del mare ed il verde della macchia mediterranea ci hanno accompagnato fino al Golfo di Saint Florent e poi ancora presso Capo Corso, la terra più settentrionale, che si protende in mare per 40 km e che offre scorci di poetica bellezza, infarciti dal silenzio e dalla tranquillità che qui sono di casa. Più a sud, procedendo verso la costa orientale, sorge Bastia, con le sue chiese, la sua storia e le sue strade che si affacciano sulla centralissima Piazza Saint Nicolas, nella quale campeggia il monumento a Napoleone. La città più meridionale è Bonifacio, anch’essa fortificata e costruita su uno sperone di roccia. Escursioni, spiagge mozzafiato e fondali trasparenti attirano a Bonifacio migliaia di turisti all’anno. Il centro più grande è Ajaccio, città natale di Napoleone, ricca di musei ed attrazioni, tra cui la celebre casa-museo nella quale nacque l’imperatore.

Vacanze Pasquali

In cima ai desideri di moltissimi visitatori italiani e stranieri, Capri è una meta turistica affollata in ogni periodo dell’anno e quindi molto gettonata anche a Pasqua. Un luogo che trasmette autentiche emozioni e per certi versi unico al mondo. Sono molte le cose da fare e da vedere, per cui è difficile anche stilare una classifica. In questa guida proveremo comunque a darvi utili suggerimenti per indirizzarvi verso un bel soggiorno di Pasqua in una delle isole più famose al mondo.

La celebre Piazzetta Luogo dalla struggente eleganza, è il cuore dell’isola.Tutti i momenti della giornata sono buoni per respirare la suggestiva atmosfera che si respira in questo posto, magari per consumare qualche buona bevanda in uno dei bar storici che lo popolano o per lasciarsi semplicemente incantare dalla meravigliosa vista sul Golfo di Napoli. Un luogo celebre per via della movimentata vita mondana e per via dei tanti vip che lo frequentano. Poco lontano dalla piazzetta si trovano, inoltre, alcune delle bellezze artistiche dell’isola come la Torre dell’Orologio e la Chiesa monumentale di Santo Stefano. Anacapri una volta a Capri difficile andare via senza aver fatto una passeggiata ad Anacapri, un piccolo centro molto bello ai piedi del Monte Solaro caratterizzato da angoli e vicoli molto suggestivi. Un luogo dove storia e arte si coniugano alla perfezione, mettendo in risalto piccoli gioielli come la Chiesa di San Michele, in stile barocco, e la Casa Rossa. Il resto lo fanno le botteghe artigianali e i colori, elementi che contribuiscono a rendere magico questo luogo.capriGrotta Azzurra l’isola di Capri si distingue anche per degli aspetti naturalistici davvero singolari e la Grotta Azzurra è un’icona eccellente per la sua struggente bellezza naturale. Il mitico luogo si raggiunge in barca e il suo nome deriva dal dominante colore azzurro che si può ammirare una volta entrati nella grotta. I Giardini di Augusto arrivare qui non significa solamente osservare i molti tipi di piante e di fiori presenti, ma anche ammirare alcuni dei panorami mozzafiato che l’isola è in grado di offrire. Dall’alto dei Giardini di Augusto osservare, infatti, Marina Piccola e i Faraglioni è uno spettacolo eccezionale e senza paragoni. Pochi dubbi dunque, trascorrere le vacanze di Pasqua a Capri è un vero piacere.

Volo in ritardo ecco cosa devi sapere

Il terrore di qualsiasi viaggiatore è quello di vedere il proprio volo cancellato o in ritardo. Quante volte ci sarà capitato di aspettare in aeroporto e fissare lo schermo delle partenze per vedere le sorti del nostro volo, sopportando mal di schiena, nervi e stress??Molti di noi non sanno che per un ritardo del volo di oltre 3 ore si può essere rimborsati dalla compagnia aerea con cui dovevamo volare, oltre ad usufruire nel frattempo dell’attesa, di uno o più pasti caldi, mezzi di comunicazione, trasporto in luoghi di sistemazione provvisoria. Sono diversi i fattori che vengono presi in considerazione in caso di rimborso, innanzitutto se si vola da un aeroporto extraeuropeo ad un aeroporto europeo con una compagnia anch’essa extraeuropea, infatti in tal caso il rimborso non può avvenire.
Nel caso di ritardo o cancellazione del proprio volo la compagnia può suggerire l’imbarco sul prossimo volo che percorre la stessa tratta, oppure il rimborso del prezzo del biglietto entro 7 giorni, che può avvenire con assegni, in contanti, versamenti o dei buoni. Ma nell’ipotesi in cui il ritardo vada oltre le 3 ore, il passeggero ha diritto, oltre al rimborso del biglietto, ad un risarcimento in base alla tratta che il proprio volo doveva percorrere; questo risarcimento parte da 200 fino ad arrivare a 600 euro. I risarcimenti possono comunque venir meno nel caso in cui la compagnia aerea provi che il volo abbia subito ritardi o sia stato cancellato per cause di forza maggiore ( calamità naturali, scioperi). I risarcimenti vengono meno soprattutto quando il ritardo o la cancellazione del volo viene comunicata al passeggero almeno 14 giorni prima. Ma nel momento in cui la nostra vacanza o il nostro impegno di lavoro vengono meno per colpa di un volo in ritardo possiamo procedere con una richiesta di risarcimento. Online sono diverse le società, che offrono come servizio la tutela dei diritti del passeggero. Infatti mediante assistenza legale si occupano di tutta la parte burocratica facendo valere i diritti del passeggero davanti la compagnia aerea. Gli stessi guadagneranno una percentuale del 25% sulla base dell’importo che viene risarcito al passeggero leso.

Last minut ad Ibiza scopri le offerte

Ibiza è da sempre la meta giovanile più calda delle estati mediterranee, capace di unire sia la voglia di spiagge mozzafiato e panorami unici, che il divertimento e la movida più trasgressive d’Europa.

Recarsi nell’isola è semplice, grazie alle numerosissime compagnie aree, puoi prenotare un last minute ad Ibiza, che effettuano centinaia di voli, assicurando collegamenti costanti e da numerosi aeroporti europei. Una volta arrivati a destinazione non rimane che scegliere la giusta accomodation, per potersi finalmente godere rilassanti nuotate, escursioni nelle cale più suggestive dell’isola e le serate indimenticabili nei suoi famosissimi club. Se non si vuole rinunciare a nulla durante la propria vacanza, la scelta migliore è quella di optare per appartamenti nei pressi del mare in una delle tre cittadine principali, in modo da potersi vivere entrambe le due anime dell’isola, sia quella fatta di spiagge e tintarella che il suo celebre lato notturno.

Uno degli spot più interessanti è sicuramente Playa d’en Bossa, un ampio litorale famoso non solo per la la sua bellezza ma anche per la varietà di offerta musicale e di strutture votate all’intrattenimento più puro. È questa la spiaggia più famosa di Ibiza, fatta di relax, bar e chioschi da spiaggia dotati di comode poltroncine vicino al mare, ottimi cocktail e un’indiscussa selezione musicale. Per gli amanti dello sport, delle nuove amicizie e del divertimento da spiaggia, questa è decisamente la zona perfetta, considerando che alcuni dei club più famosi come l’Ushuaia e lo Space si trovano proprio qua. Se si ha un animo fortemente romantico invece, non ci si possono perdere alcuni dei tramonti più indimenticabili dell’isola. Si tratta di quelli visibili dal Cafè del Mar, celebre bar di Sant Antoni de Portmany, cittadina che ospita una scena di locali e offerta di intrattenimento che non ha nulla da invidiare a Ibiza city. Un lungomare romantico, adorabili ristorantini e club di tutti i generi, la rendono meta perfetta anche per fughe romantiche. E per gli amanti di luoghi meno affollati ma comunque interessanti, l’adorabile Sant Eulaia del Rio, a sud-est dell’isola è la meta ideale. Piccolo ma non troppo, questo adorabile borgo catalano offre diversi appartamenti a ridosso del mare. Da qua si può ammirare un panorama affascinante e partire per esplorazioni verso le coste più selvagge dell’isola.

Un viaggio nelle isole Baleari

L’arcipelago delle Baleari è uno degli arcipelaghi più belli del Mar Mediterraneo, situato vicino le coste spagnole, è formato da una comunità autonoma della Spagna con un unico capoluogo che è Palma de Maiorca.Un insieme di isole uniche e spettacolari rendono il tutto meravigliosamente indimenticabile, dell’arcipelago fanno parte l’isola di Maiorca, che è anche quella più grande, Minorca, Ibiza e Formentera. Arrivarci non è molto complicato, anzi, sono collegate molto bene tra di loro e alla terra ferma da innumerevoli e comode linee di navi e traghetti baleari, via mare il viaggio è più bello, si possono ammirare scorci di costa e  insenature che da un aereo o in auto non è possibile visitare, e poi il sole, il mare, un acqua cristallina di un blu inteso rendono tutto così magico, poter osservare i fondali marini in un modo così vicino da voler prendere il traghetto non tanto per l’arrivo ma per il viaggio e godere di un panorama unico e inimitabile.

Le isole di Formentera ed Ibiza vengono collocate nell’arcipelago delle Baleari, ma pochi sanno che sono conosciute, insieme ad altri piccoli isolotti, anche come isole Pitiuse, ovvero isole di pino, dovuto alla presenza elevata di pini su tutte e due le isole. Questo piccolo arcipelago è caratterizzato dalla presenza di specie di rettili e mammiferi endemici, ovvero di dimensioni leggermente maggiori rispetto agli altri della stessa famiglia situati nel continente europeo, infatti, questa è una caratteristica di tutte le isole, dove, vista la mancanza di collegamenti con la terra ferma, ogni specie di fauna e flora si evolvono in modi diverso, avendo così, delle dimensioni più elevate rispetto al normale. Oltre a Formentera e Ibiza indicate come isole dell’arcipelago delle baleari, c’è anche Cabrera, che un’isola minore ma è a sua volta la principale del sottoarcipelago di Cabrera, il suo nome significa capre, dovuto proprio dalla presenza di molte capre sull’isola. Il significato del perché le isole Baleari si chiamino così non  è conosciuto, l’originale motivo è andato perduto ma ci sono due opzioni, o deriva dal nome autoctono “perduto” o dal greco che significa lanciare, dovuto ai famosi mercenari frombolieri dell’isola.